Aikido Journal Home » Articles » Una riflessione di Minoru Mochizuki (1) Aiki News Japan

Una riflessione di Minoru Mochizuki (1)

Available Languages:

di Minoru Mochizuki

Aiki News #78 (September 1988)

Traduzione di Luca Idolazzi


Il seguente articolo è stato scritto con la cortese assitenza di Tomas Reiche degli USA.

“Una cultura nasce in un determinato sistema culturale. Non appena questo si è sviluppato ed internazionalizzato, però, è subito destinato a scomparire come per incanto da quella nazione, per non farvi più ritorno”. (Brano tradotto dal giapponese). Questa affermazione è del Dott. Arnold Toynbee, uno storico e filosofo britannico.

Io suppongo che il mondo sia stato influenzato da numerosi aspetti della cultura Giapponese. Di sicuro uno di questi è il libro intitolato Teoria della Via del Guerriero Giapponese o Bushido, scritto in America durante la prima metà del Periodo Taisho (1912-1925) dal Dott. Inazo Nitobe (1862-1933), un educatore con specializzazione nell’economia agricola. Il suo libro è stato tradotto nelle principali lingue ed è diventato un best seller sempre attuale. Ho potuto constatare l’impatto di questo libro quando mi sono recato in Europa 37 anni fa, nel 1951.

Da quando la notizia dei suicidi degli ufficiali militari giapponesi come il Sig. Anan, il Ministro della Guerra, si è impressa nei ricordi della gente, sembra che molti all’estero abbiano l’impressione che il seppuku (suicidio per sventramento) sia un evento della vita di tutti i giorni in Giappone. In più di un’occasione mi è stato chiesto da diversi praticanti di arti marziali qual fosse il modo corretto per eseguire l‘“harakiri”, dal momento che io insegnavo anche iai e kumitachi (la pratica della spada a coppie) oltre che il Judo. Fortunatamente mi erano stati insegnati dai miei maestri diversi modi per eseguire l’harakiri - usando una spada lunga, una spada corta, orizzontalmente, eseguendo una croce o una croce semplificata e anche circa la profondità del taglio. In qualunque evento la moralità dei guerrieri giapponesi era tenuta in grande considerazione rispetto alla Cavalleria Europea.

(The full article is available for subscribers.)

Subscription Required

To read this article in its entirety please login below or if you are not a subscriber click here to subscribe.

Username:
Password:
Remember my login information.